Benevento-Roma, tensione dopo l’espulsione: cosa è successo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:28

Ancora 0-0 tra Benevento e Roma, ma l’episodio che potrebbe cambiare la partita è l’espulsione di Glik: furia dopo il rosso

Kamil Glik (Getty Images)

La Roma fatica a trovare spazi contro un Benevento molto chiuso in difesa e bravissimo nel chiudere tutti gli spazi possibili. Faticano ad arrivare palle gol da una parte e dall’altra, con la squadra di Fonseca che tiene il possesso del pallone e gli uomini di Inzaghi sempre pronti a ripartire in contropiede, cercando di rendersi pericolosi.

L’episodio che però potrebbe cambiare la partita arriva al 57′ minuto, quando Kamil Glik commette fallo su Mkhitaryan e rimedia il secondo giallo della partita, venendo così espulso dal campo. Si scatenano le proteste dopo il cartellino rosso, soprattutto da parte del tecnico del Benevento, che aveva già ripreso l’arbitro a fine primo tempo.

Leggi anche >>> Benevento-Roma, pioggia di critiche sui social: lo vogliono fuori

Leggi anche >>> Benevento-Roma streaming: dove vederla in diretta tv e su internet

Benevento-Roma, Glik espulso per somma di ammonizioni: Inzaghi non ci sta

Filippo Inzaghi (Getty Images)

La Roma non riesce a sbloccare la partita contro il Benevento. A differenza dell’andata la squadra di Filippo Inzaghi decide di non giocare a viso aperto, bensì vuole chiudersi nella propria metà campo e cercare la ripartenza in contropiede, scelta che fino ad ora ripaga. Infatti le palle gol per la Roma faticano ad arrivare, ed i padroni di casa corrono molto in contropiede.

Al 57′ minuto però la svolta della partita potrebbe arrivare con l’espulsione di Kamil Glik. Il difensore polacco dopo aver ricevuto un giallo nel primo tempo, ne riceve un altro nella ripresa per un fallo su Mkhitaryan. Subito tante proteste contro l’arbitro Pairetto, soprattutto da parte del tecnico del Benevento, Inzaghi, che recrimina al direttore di gara di avergli già detto che la prima ammonizione non c’era e che avrebbe condizionato la partita. Anche il difensore espulso dopo aver protestato contro l’arbitro non vuole uscire dal campo, ed il quarto uomo gli ripete più volte che non può rimanere nel tunnel a guardare la partita.