Roma-Shakhtar, ritorno Dzeko: l’annuncio in conferenza stampa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:43

Roma-Shakhtar, il tecnico portoghese ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue parole, con un passaggio su Edin Dzeko. Ci sarà Ibanez

edin dzeko
Dzeko @getty images

Ha parlato Paulo Fonseca in vista della gara di domani contro la sua ex squadra, lo Shakhtar, negli ottavi di finale di Europa League. L’allenatore intanto, ha elogiato gli ucraini: “Sono i migliori in contropiede. Non dimentichiamo che hanno battuto due volte il Real Madrid e hanno pareggiato in entrambi i casi contro l’Inter. Sicuramente è una squadra diversa da quando l’allenavo io. Adesso giocano con il 4-1-4-1, mentre con me scendevamo in campo con il 4-2-3-1. Già cambiare modulo significare diversificare molte cose”.

Poi, Fonseca, ha spiegato la situazione Dzeko: “Oggi ha lavorato con noi e sarà convocato per la gara di domani”. Recuperato quindi il centravanti bosniaco, anche se probabilmente comincerà dalla panchina. “A centrocampo potremmo giocare con Pellegrini e Villar – ha ancora detto – anche se le soluzioni possono essere tante visto che c’è anche Diawara. Dovrete aspettare domani per capire chi giocherà”.

LEGGI ANCHE: Roma, c’è un nuovo caso di positività al coronavirus

LEGGI ANCHE: Roma-Shakhtar, Peres tra ricordi e speranza di rinnovo

Roma-Shakhtar, Fonseca contro le sue ex squadre

Roger Ibanez (Getty Images)

Anche domani, il tecnico portoghese, affronterà una sua ex squadra: “Ma non sono contento di questo. Se fosse stato per me non avrei nemmeno voluto giocare contro il Braga nel turno precedente. Ma non ci possiamo fare nulla e dobbiamo scendere in campo per vincere. Ovviamente mi dispiace, ancora, giocare senza tifosi. Una situazione alla quale è difficile abituarsi. A me piace giocare davanti al pubblico. E se in Ucraina avranno la possibilità di averlo io sarò contento”.

Infine, altro recupero importante per il tecnico della Roma: “Ibanez è già due allenamenti che fa con noi e domani anche lui sarà nella lista dei convocati”. Le parole del tecnico hanno anche toccato la linea difensiva, che potrebbe vedere in campo, dal primo minuto, Kumbulla, Mancini e Smalling: “Anche se c’è la possibilità di vedere in campo Cristante” ha concluso.