Shakhtar-Roma, lezione di Fonseca: “Serve equilibrio nella vita e nel calcio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:29
Roma-genoa
©Getty Images

Il tecnico giallorosso Paulo Fonseca festeggia il passaggio del turno della sua Roma, che per la prima volta vola ai quarti di finale di Europa League. L’allenatore portoghese è riuscito a vincere anche a Kiev contro lo Shakhtar Donetsk, dopo lo splendido successo per 3-0 nella gara di andata allo Stadio Olimpico. “Era importante non prendere gol nei primi 30 minuti, loro hanno avuto l’iniziativa ma abbiamo difeso sempre bene. Nel secondo tempo abbiamo corretto il posizionamento e abbiamo avuto più occasioni per fare gol. Abbiamo fatto un’ottima partita, è stato importante vincere qui, la Roma non aveva mai vinto e per la prima volta è ai quarti di finale”, ha detto ai microfoni di ‘Sky Sport’. Sulla differenza tra le sue idee nel calcio italiano e in europa: “Penso che abbiamo dimostrato che ci siamo adattati anche in Italia. E’ vero che in questo tipo di competizione le squadre devono vincere e si ha più spazio per giocare. Napoli? Adesso inizierà a pensarci”.

LEGGI ANCHE: Europa League, voti Shakhtar Donetsk-Roma 1-2

LEGGI ANCHE: Shakhtar-Roma, ammonito a Kiev: salterà la prossima partita

Fonseca sulle condizioni di Ibanez

Per il difensore giallorosso Roger Ibanez duro colpo alla nuca in uno scontro di gioco con il suo compagno di reparto Kumbulla: “Penso che adesso sta bene – ha detto l’allenatore giallorosso -, non si ricordava quasi niente della partita“. Al tecnico della Roma gli è stato chiesto anche se fosse un segnale che delle squadre italiane, in attesa del Milan, tutti gli allenatori italiani fossero fuori dalle competizioni europee, eccezion fatta per la Roma con un portoghese in panchina: “E’ una coincidenza. Gli allenatori italiani sono molto bravi. E’ vero che in questi anni siamo noi gli unici che andiamo avanti ma non possiamo dimenticare la passata stagione, l’Inter è arrivata in finale. Penso che è una pura coincidenza”. Paradossalmente è più facile arrivare in Champions tramite l’Europa League? Non è facile in Italia, abbiamo squadre molto molto forti, ben 7 che vogliono entrare tra le prime quattro. Noi vogliamo lottare per arrivarci tramite il campionato, ma non è facile”.

LEGGI ANCHE: Shakhtar-Roma, Fonseca lo lascia negli spogliatoi all’intervallo

Fonseca su Karsdorp e sull’equilibrio

Pesa anche il cartellino giallo per Rick Karsdorp che era diffidato e salterà la gara di andata dei quarti di finale. Alla domanda se si fosse pentito di non averlo sostituito prima, ha risposto così: “No, è successo, ma abbiamo altri giocatori”. Ha imparato a ricevere il nostro modo di giudicare? “Gli italiani sono molto simili ai portoghesi. L’equlibrio è importante non solo nel calcio ma anche nella vita, cerco di passare questo ai giocatori e a tutti quelli che collaborano con me”.