Roma, effetto Mourinho: tutti i ruoli per Francesco Totti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:39

Roma, effetto Mourinho: l’ex capitano ha aperto ad un ritorno in società. Ecco tutti i ruoli che potrebbe ricoprire.

Roma
Totti (Getty Images)

L’effetto Mourinho ha una variante non solo per il calciomercato ma anche per chi vorrebbe lavorare con lui dietro la scrivania. Anche perché ha già appeso le scarpette al chiodo. È il caso di Francesco Totti, che ha aperto la porta al ritorno, dopo l’addio del 2019, a margine della finale di Coppa Italia a Reggio Emilia. “Se mi chiamassero mi metterei seduto per il rispetto che ho di Mourinho e dei Friedkin per ascoltare la loro proposta”. Difficile essere più chiari di così.

E, questa mattina, il Messaggero entra nel dettaglio dei possibili ruoli che Totti potrebbe ricoprire dentro la società. Da vicepresidente (alla Zanetti), a direttore sportivo, passando anche per direttore tecnico oppure come responsabile del settore giovanile al fianco di Bruno Conti. Quattro posti, possibili, per rendere ancora più grande la Roma.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, Mourinho ha scelto lui | Sogno da 40 milioni

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, incursione Milan | Decide Mourinho

Roma, tutti i ruoli per Francesco Totti

Calciomercato
Mourinho ©GettyImages

Il quotidiano sottolinea come nel ruolo di vicepresidente Totti potrebbe diventare una grossa figura per l’immagine della società ma anche operativa al tempo stesso. E, come esempio, viene preso Zanetti, che appena ha deciso di smettere con il calcio, ha preso quel ruolo nell’Inter. Con la sua profonda conoscenza di Roma e delle dinamiche  di Trigoria, potrebbe essere il vestito perfetto per lui. Il lavoro con la sua attività di scouting, comunque, ha anche portato Totti in questi anni a relazionarsi con diversi procuratori. Ecco perché, anche come direttore sportivo, potrebbe diventare una figura importante. “Tanto il ds lo faceva anche da calciatore” scrive ancora il quotidiano romano.

Poi ci sarebbe anche l’incarico come direttore tecnico, una figura che adesso, all’interno della società giallorossa, manca. In questo contesto, c’è da sottolineare, che Mourinho ha sempre avuto nel suo staff – come abbiamo rimarcato più volte – un ex del club in cui è andato a lavorare. Totti potrebbe essere il trait union tra società e squadra. Infine, ma non per ultimo, insieme a Bruno Conti come responsabile del settore giovanile. La Roma in questo periodo sta dimostrando con i fatti che crede molto ai ragazzi che vengono fuori dalla Primavera. L’ex capitano – così come Conti – sa come rapportarsi con i ragazzi e sembra abbia anche il talento innato di scoprirli. In chiusura: con Pinto si è già incrociato…