Calciomercato Roma, colpo in attacco | Accettata l’offerta di Mou

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:33

Calciomercato Roma, i giallorossi sono in pole position per il centravanti del Torino. Pinto cerca di chiudere prima dell’inizio degli Europei.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto

La Roma vuole sbrigarsi in chiave mercato per dare il prima possibile una rosa adeguata a Mourinho in base agli obiettivi della dirigenza giallorossa. Pinto sta lavorando in maniera frenetica in questi giorni, nella speranza di chiudere un paio di colpi prima dell’inizio degli Europei, in modo che non ci sia il rischio che i prezzi dei giocatori seguiti non salgano alle stelle.

Uno degli obiettivi prefissati dalla società giallorossa è quello legato alla prima punta. Con Borja Mayoral che dovrebbe con ogni probabilità rimanere un altro anno in prestito alla squadra giallorossa dal Real Madrid, e Dzeko che sta ancora aspettando indicazioni sul suo futuro, soprattutto da parte di Mourinho, la Roma vuole cercare di prendere un altro centravanti che possa completarsi alla perfezione con i due appena citati.

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Roma, svendita totale | La decisione dei Friedkin

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Roma, chiude la filiale spagnola | Ne resta solo uno

Calciomercato Roma, Belotti accetta l’offerta di Mou

CALCIOMERCATO ROMA
Belotti ©Getty Images

Come riporta il giornalista Luca Momblano di TeleLombardia, Belotti avrebbe accettato l’offerta di Mourinho a trasferirsi nella Capitale. L’attaccante del Torino è ben disposto a giocarsi le sue carte in una piazza come Roma, sapendo benissimo che questa potrà essere l’occasione definitiva per dimostrare il suo reale valore.

La Roma dal canto suo deve ancora trovare un accordo con il club granata. L’offerta è di 15 milioni più bonus, rispetto ai 30 milioni che continua a chiedere Urbano Cairo. Molto probabilmente, come confermato ieri anche dallo stesso presidente del Torino, l’affare Belotti si risolverà alla fine dei prossimi Europei.

La società giallorossa non vuole però aspettare, sapendo che, nel caso il “Gallo” facesse un grande Europeo, il suo prezzo salirebbe e non di poco, creando attorno a lui una vera e propria asta nella quale la Roma non è disposta a partecipare.