Roma-CSKA Sofia | Scatta l’emergenza infortuni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:27

Giovedì sera la Roma esordirà nel girone di Conference League, allo stadio Olimpico arriverà il CSKA Sofia. E’ scatta l’emergenza infortuni, a due giorni dal match.

Roma-CSKA Sofia ©Getty Images

Il morale è altissimo in casa Roma, dopo la quinta vittoria consecutiva dall’esordio stagionale. Ora i ritmi saranno forsennati, praticamente una gara ogni tre giorni per gli uomini di Mourinho. Giovedi, alle ore 21 allo stadio Olimpico, i giallorossi faranno il debutto in Conference League, contro i bulgari del CSKA Sofia. La Roma arriva reduce da una vittoria, i bulgari reduci dal pareggio per 1-1, nel derby contro lo Slavia Sofia.

Leggi anche: Calciomercato Roma, esame superato | Restano sul taccuino di Pinto

Primo stop in campionato per i bulgrai, reduci da tre vittorie consecutive come la Roma. Ma le attenzioni del tecnico Mladenov non riguardano solo la mancata vittoria. I bulgari arriveranno in una vera e propria emergenza a Roma, dopo aver perso due titolari nel derby. I bulgari raggiungeranno Roma mercoledì mattina, ma non avranno a disposzione due titolari.

Leggi anche: Roma, c’è il candidato alla maglia numero 10 | La benedizione di Totti

Verso Roma-CSKA Sofia, fuori due titolari

CSKA Sofia ©Getty Images

Il tecnico del CSKA deve fare i conti con una doppia pesante assenza. Il pareggio nel derby bulgaro ha portato due titolari ad alzare bandiera bianca. Il primo è Amos Youga, sostituito per infortunio nel corso della gara, si parla di uno sto di almeno 15 giorni. Un’altra situazione da monitorare è quella legata al terzino Geferson, affaticamento muscolare per lui, ma il tecnico spera di riuscire a recuperarlo in extremis. Anche lo scorso anno i bulgari erano stati accoppiati ai giallorossi, nel girone di Europa League, e riuscirono a strappare uno 0-0 all’Olimpico. La speranza in casa Roma è quella di risolvere la partita con comodità, magari vedendo un po’ di turnover in campo. Calcoli di sicuro più complicati per i bulgari, per Mladenov una vera e propria emergenza.