Roma, boom per la gara col Torino | I numeri del botteghino

Roma, questi i numeri in vista della gara di domenica 28 novembre contro il Torino di Juric.

I giallorossi sembrano aver ritrovato fiducia, entusiasmo ma soprattutto serenità dopo le due vittorie ottenute in questi ultimi giorni. Ciò non significa che tutti i problemi siano svaniti ma, la prestazione dei singoli negli ultimi 180 minuti, oltre che ai risultati stessi, testimoniano come la ripresa dei capitolini sia partita col piede giusto.

Roma
Tammy Abraham ©GettyImages

Gli aspetti sui quali lavorare restano plurimi, soprattutto se si considerano quelli che restano in lapalissiani limiti numerici e qualitativi della rosa in determinati reparti. Se starà però a Pinto limare quest’aspetto, va evidenziato come Mourinho, nelle ultime uscite, sembri essere riuscito a trovare una soluzione che potrebbe mettere plurimi elementi nelle condizioni ideali per esprimersi al meglio.

A partire dall’eclettico e stacanovista El Shaarawy, passando per Mkhitaryan che, liberandosi delle mansioni tattiche imposte dal 4-2-3-1, sembra aver quantomeno iniziato a rasentare i grandi livelli sciorinati in Italia e all’estero. Il tutto senza dimenticare della grande vivezza palesata da Zaniolo con lo Zorya, grazie alla nuova posizione assegnatagli.

A ciò si aggiunga anche il discorso Abraham che, per quanto accusabile di alcuni errori sotto porta, ha giovedì ritrovato la strada del gol, siglando una doppietta che potrebbe aiutarlo non poco da un punto di vista morale.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, affare già fatto | Firma a gennaio

Roma-Torino, i numeri parlano chiaro: i tifosi rispondono presente

Roma
Nicolò Zaniolo con Tammy Abraham ©GettyImages

Nonostante la situazione descritta, restano comunque plurime le insidie della sfida di domenica contro Belotti e compagni, soprattutto se si considerano le non poche assenze cui Mourinho potrebbe andare incontro. Certo dell’assenza dello squalificato Veretout, lo Special One potrebbe rinunciare anche ad altri importanti pedine dello scacchiere, senza dimenticare delle positività al coronavirus di Cristante e Villar.

C’è però un dato entusiasmante che non deve passare inosservato. Come sempre accaduto in questa stagione, infatti, la squadra potrà contare sull’apporto del proprio pubblico che non poco si è fatto sentire in questi mesi sia in casa che nei vari settori ospiti d’Italia. A circa 48 ore dalla sfida si registra la quasi saturazione dell’impianto. Restano in vendita, infatti, solo 2000 biglietti per i tifosi di casa. Venduti, invece, circa il 10% dei 4mila biglietti a disposizione per il settore ospiti riservato ai piemontesi.