Calciomercato Roma, addio immediato | Irrompe la Juventus

La Roma è stata fin qui protagonista di un calciomercato invernale importante. La sessione però è ancora lunga e potrebbe riservare altre sorprese. 

José Mourinho può sorridere. Le indicazioni fornite in questi mesi alla proprietà ed alla dirigenza sulla necessità di rinforzare la rosa giallorossa sono state ascoltate. Il General Manager giallorosso Tiago Pinto è stato, fin qui, il protagonista della sessione invernale di calciomercato. Attivo sia in entrata che in uscita, il dirigente portoghese è riuscito ad accontentare l’allenatore anche per quanto riguarda le tempistiche, portando nella Capitale due rinforzi nei primi dieci giorni di mercato.

calciomercato roma ndombele
Tiago Pinto ©LaPresse

Un obiettivo che non era facile da realizzare, anche perché per la sessione in corso il budget a disposizione di Pinto non era certo paragonabile a quello sfruttato durante la scorsa estate. E invece, grazie a trattative aperte con anticipo e condotte in maniera efficace, nel giro di pochi giorni a Roma sono sbarcati Maitland-Niles e Sergio Oliveira. Due innesti che aiuteranno la Roma ad essere più simile a come Mourinho la desidera.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, proposta “ufficiale” | Blitz improvviso: Juve bruciata

Calciomercato Roma, futuro in Serie A | Lo cedono in prestito

I due colpi piazzati da Pinto sono stati utili a intervenire in quelle zone che lo Special One aveva segnalato come assolutamente bisognose di rinforzi. Non è detto, però, che il mercato in entrata per la Roma sia necessariamente da considerarsi chiuso. Certo, per regalare qualche altro nuovo innesto al tecnico servirà la quadratura ideale tra cessioni da realizzare e condizioni di acquisto sostenibili. Tradotto: la Roma potrà presumibilmente concludere esclusivamente affari in prestito.

calciomercato roma ndombele
Tanguy Ndombele ©LaPresse

Da questo punto di vista non si può definitivamente scartare il profilo di Tanguy Ndombele. Il centrocampista francese è stato apertamente scaricato da Antonio Conte ed il Tottenham, che nell’estate 2019 sborsò 62 milioni di euro per portarlo a Londra, non vuole depauperare un investimento tanto oneroso. Per questo Fabio Paratici pensa all’opportunità di cedere il giocatore in prestito, con la speranza che trovando continuità possa rivalutarsi. Sulle tracce di Ndombele diversi club europei – soprattutto in Spagna e Francia – ma per via dei buoni rapporti maturati negli anni Paratici guarda soprattutto alla Serie A, in particolare alla Juventus. I bianconeri sarebbero l’interlocutore preferito del Tottenham, che avrebbe già offerto il prestito del centrocampista. Rimane l’ostacolo ingaggio: i 12 milioni di euro che Ndombele percepisce dagli Spurs rappresentano un ostacolo non da poco per i club italiani.