Vitesse-Roma, Mkhitaryan ringrazia | Le parole a fine partita

L’attaccante armeno ha giocato tutti i 90 minuti di Vitesse-Roma, valido per gli ottavi di Conference Lague, vinto grazie ad Oliveira

I giallorossi escono vittoriosi da Vitesse-Roma. La sfida degli ottavi dell’Europa Conference League è finita 1-0 grazie alla rete di Sergio Oliveira. Il centrocampista portoghese ha segnato alla fine del primo tempo calciando forte sul secondo palo. Un tiro che non ha lasciato spazio a Houwen, il portiere del Vitesse che nei primi 45′ minuti è riuscito ad essere molto pericoloso. I gialloneri, infatti, hanno dato qualche grattacapo alla difesa romanista, che spesso si è appellata ai guantoni di Rui Patricio per rimanere in partita.

vitesse-roma mkhitaryan parole
Henrikh Mkhitaryan durante Vitesse-Roma di Conference League ©LaPresse

La partita non è stata così facile come molti potevano pensare. Gli olandesi hanno coperto bene il campo, lasciando poco spazio per il gioco di Mourinho. A permettere la vittoria è stata una gara attenta della Roma, soprattutto nel secondo tempo. I cambi, infatti, hanno dato nuova energia alla squadra che ha mantenuto il controllo del match andando vicino spesso al raddoppio. Verso la fine della partita, poi, è arrivata l’espulsione di Sergio Oliveira che, insieme a Mancini, dovrà saltare la gara di ritorno.

Vitesse-Roma, Mkhitaryan: “Non era facile adattarsi, stiamo crescendo”

vitesse-roma mkhitaryan parole
Henrikh Mkhitaryan ©LaPresse

Uno dei migliori in campo è stato senza dubbio Henrikh Mkhitaryan. L’armeno ha giocato molto bene a centrocampo, anche se sono mancate le sue scorribande nella trequarti offensiva. Complice di questo è anche la nuova posizione affidatagli da Mou. L’ex Dortmund e Arsenal, infatti, è stato incaricato dall’allenatore portoghese di gestire i ritmi di gioco, svolgendo a tutti gli effetti il ruolo di regista. A fine gara Mkhitaryan ha parlato ai canali della società dove ha ringraziato i tifosi: “Sono incredibili. Speriamo di lottare insieme fino alla fine”. Delle parole semplici a cui sono seguite quelle pronunciate ai microfoni di Sky Sport:

Non era facile adattarsi. Non è facile venire qui e vincere. Menomale che alla fine del primo tempo abbiamo segnato. Abbiamo difeso bene nei secondi 45′, non era facile“.

State maturando?
Sì, stiamo crescendo. Non possiamo giocare ogni partita allo stesso modo. Il mister lo fa. Noi dobbiamo fare questo, i calciatori capiscono così possiamo stare insieme“.

Più facile entrare in Champions o vincere la Conference League?
Pensare ogni partita. Vedremo che faremo, vogliamo essere pronti per ogni partita“.