Roma-Salernitana, discussione a fine partita: Mourinho spiega tutto

Roma-Salernitana, un Mourinho soddisfatto entra nel merito delle scaramucce a fine partita spiegando tutto

Non era facile vincere. Ma la Roma c’è riuscita, piazzando l’undicesimo risultato utile di fila e rimanendo a -5 dalla Juventus. E sognando, ancora, un piazzamento in Champions League anche se, ovviamente, è difficile. A fine partita ha parlato José Mourinho, che ha spiegato, soprattutto, che non è “facile giocare giovedì e domenica, soprattutto quando vai fuori casa. Viaggiare è dura e penso che Gasperini la pensi come me”.

Roma-Salernitana
Mourinho ©LaPresse

Poi ovviamente, ai microfoni di Dazn, si è entrato nel dettaglio della gara: “Abbiamo cambiato la partita mettendo in campo gente fresca – ha continuato lo Special One – e che hanno ovviamente dato energia alla squadra. La Salernitana ha dato tutto, mettendo in campo una determinazione incredibile. Ma anche per loro non era facile riuscire a mantenere la stessa attenzione difensiva per tutti i 90 minuti. Credo che l’abbiamo meritata questa vittoria per quello che abbiamo fatto per prenderla”.

Roma-Salernitana, Mourinho spiega il diverbio a fine partita

roma felix
Felix Afena-Gyan ©LaPresse

Nicola, alla fine della partita, era inviperito nei confronti della panchina giallorossa. E, prima di una possibile domanda, Mourinho ha anticipato tutti: “Loro hanno ragione, e io che sono responsabile della squadra chiedo scusa per qualche parola non bella che è uscita”. Discorso chiuso.

Infine anche un pensiero alla gara di giovedì, contro il Bodo, che potrebbe valere l’accesso alla semifinale di Conference. Intanto, come spiegato prima, due calciatori norvegesi sono usciti anzitempo per dei problemi fisici: “Sapere che anche giovedì l’Olimpico sarà pieno è eccezionale. Credo che i nostri giocatori debbano sentirsi maggiormente responsabili davanti a questo pubblico spettacolare. Veramente è tutto fantastico”. La Roma quindi piazza un’altra vittoria che permette di rimanere agganciati al treno della Champions. Difficile ovviamente come detto ma non del tutto impossibile. Unica nota negativa della serata la prestazione di Felix, apparso un corpo estraneo alla squadra.