Roma-Bodo, attacco a Mourinho: “Parla tanto. Ho i tappi per le orecchie”

Alla vigilia di Roma-Bodo è andata in scena la conferenza stampa dei norvegesi in cui hanno parlato alcuni giocatori, ma non Knutsen

Domani alle 21 si gioca Roma-Bodo/Glimt, valida per il ritorno dei quarti di Conference League. L’andata era stata seguita da uno strascico di polemiche che si è continuato anche nei giorni scorsi, soprattutto in Norvegia. Al termine della partita del 7 aprile, infatti, sembra che Kjetil Knutsen e Nuno Santos abbiano avuto un diverbio che è sfociato in una colluttazione. Sull’accaduto non ha investigato la polizia norvegese, ma la Uefa ha aperto un’inchiesta per vederci chiaro. Il primo a riportare l’accaduto è stato Lorenzo Pellegrini ai microfoni di Sky Sport, che ha raccontato come l’allenatore norvegese avesse colpito il preparatore dei portieri giallorosso.

roma-bodo mourinho hoibraten saltnes
José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPResse

L’organo calcistico presieduto da Alexander Ceferin ha deciso di sospendere momentaneamente i due protagonisti dell’episodio in attesa di scoprire la verità. La decisione è stata presa con molta amarezza dal dg del Bodo, Frode Thomassen che ieri ha giudicato la scelta irragionevole. Non si è espressa la Roma, invece, che si è allenata regolarmente a Trigoria alla vigilia della sfida con i norvegesi. Al campo d’allenamento, Mou ha prima fatto un discorso alla squadra, per poi avere un colloquio singolo con un giocatore.

Roma-Bodo, Saltnes: “Ho i tappi per le orecchie”

roma-bodo mourinho hoibraten saltnes
Ulrik Saltnes, centrocampista norvegese del Bodo/Glimt ©LaPresse

Mentre José Mourinho parlerà alle 14.30, la conferenza stampa del Bodo/Glimt si è già tenuta. All’incontro con la stampa, però, non ha preso parte Kjetil Knutsen, l’allenatore dei gialli che è stato momentaneamente sospeso dalla Uefa. Al suo posto hanno parlato due calciatori: Marius Hoibraten e Ulrik Saltnes. Il primo ha attaccato Mourinho  affermando che parli troppo. Lo fa apposta ad attaccare e a dare frecciatine per il campo sintetico. Il difensore, poi, ha continuato sottolineando come il pubblico dello Stadio Olimpico non sia un problema e di come anche a Sofia si siano allenati dai rivali. Il secondo invece, centrocampista del Bodo, ha affermato come sia preparato in caso di eventuali rumori o schiamazzi sotto l’hotel. Il mediano, poi, ha apprezzato aver pescato nuovamente la Roma dal sorteggio.