Calciomercato Roma, addio Zaniolo: la Gazzetta rincara la dose

L’attaccante della Roma ieri ha segnato una grande tripletta contro il Bodo/Glimt, ma non si fermano le voci di calciomercato

Ricomincio da tre. Non è il famoso film di Massimo Troisi del 1981, ma è il modo in cui Nicolò Zaniolo è tornato in campo. L’attaccante numero ventidue, infatti, non giocava dal derby del 20 marzo, quasi un mese fuori sia per scelte tecniche, che per fastidi muscolari. Nicolò, però, ora sembra aver dato una spallata a tutti i problemi come fa con gli avversari in campo ed è tornato a incantare all’Olimpico come ha sempre fatto. E vittima dei suoi gol il piccolo e fastidioso Bodo/Glimt, che alla vigilia aveva fatto tanta paura. I norvegesi erano l’ultimo ostacolo per la semifinale di Conference League, neonata coppa europea.

calciomercato roma zaniolo juve
Nicolò Zaniolo, attaccante numero ventidue della Roma ©LaPresse

A sorpresa di tutti, Mourinho lo ha schierato titolare insieme a Abraham nell’ attacco a due anti norvegesi. La scelta si è mostrata più che vincente, con l’ex Inter che ha segnato tre gol uno più bello dell’altro. Il primo nato grazie a una bella azione corale, fatta di passaggi precisi e veloci. Il secondo, invece, è figlio del guizzo di Zalewski che, dopo aver combattuto con Koomson, serve bene il 22 giallorosso che supera Haikin con un pallonetto. Il terzo, invece, è il connubio tra le doti tecniche e la forza di Zaniolo che, al 49′ ha scagliato in porta un missile sotto l’incrocio.

Calciomercato Roma, “Zaniolo utile ma cedibile”

calciomercato roma zaniolo juve
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus ©LaPresse

La grande prestazione non è bastata per scacciare le voci di calciomercato che lo vorrebbero lontano dalla Roma. Il numero 22, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, ha dimostrato di poter essere utile per José Mourinho, ma non incedibile. Per questo, dopo la prestazione di ieri sera è tornata forte la Juventus sulle sue tracce. A Trigoria il valore del cartellino è di circa 60 milioni, mentre alla Continassa lo valutano intorno ai 40. Una distanza sulle cifre che potrebbe essere colmata da qualche contropartita bianconera. Intanto, il rinnovo sembra lontano, come è giusto che sia per un accordo che scade nel 2o24.