Calciomercato Roma, sconto e firma: Mourinho accontentato

A Roma Pinto ha incontrato l’agente per discutere di un accordo in vista della prossima finestra di calciomercato estivo

In questi ultimi mesi è uno dei giocatori migliori della Roma. Dopo i precedenti infortuni che hanno dato qualche dubbio, sia ai tifosi che a José Mourinho, Chris Smalling è riuscito a prendersi la Capitale e il palcoscenico che merita. Nella prima parte di campionato, infatti, lo stesso allenatore portoghese aveva dichiarato fosse più fuori dal campo che dentro. Nella stessa conferenza stampa, però, disse anche Chris è un fenomeno. E in queste ultime partite, in cui è rientrato titolare al centro della difesa, sta dimostrando tutta l’esperienza e le qualità per cui è stato acquistato dal Manchester United.

calciomercato roma
Tiago Pinto, general manager dell’area sportiva della Roma ©LaPresse

Per lui, Tiago Pinto sta cercando qualcuno in grado di fargli da vice e di sostituirlo nel migliore dei modi. In rosa, infatti, l’unico che potrebbe prendere il suo posto è Marash Kumbulla, ma oltre a lui non c’è nessun altro. Le alternative presenti in rosa non hanno mai convinto Mourinho, che si è ritrovato spesso senza cambi in difesa. Per questo motivo, visti anche i trentatré anni del difensore inglese, il gm della Roma vuole portare a Trigoria un altro centrale che possa fare da riserva ai titolari presenti in rosa. Sono diversi i nomi sulla lista di Pinto, che però ha nei piani quello di continuare con Smalling.

Calciomercato Roma, contatti avviati per il rinnovo di Smalling

calciomercato roma
Chris Smalling, difensore centrale inglese della Roma ©LaPresse

Tiago Pinto ha da tempo in programma di rinforzare il reparto arretrato della Roma, ma anche di continuare la storia di amore tra i giallorossi e Smalling. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, infatti, l’agente del giocatore è stato incontrato a Trigoria per discutere il rinnovo del contratto. Questo scade a giungo 2023 e Mourinho vuole assicurarsi di avere un calciatore di esperienza come Smalling nella sua rosa. Sul tavolo, c’è un’ipotesi di prolungamento di due anni. L’ingaggio, invece, non sarebbe più quello di adesso, ovvero 3 milioni più bonus, ma una cifra più bassa garantita fino al 2025.