Calciomercato Roma, rottura totale e sfogo social

Calciomercato Roma, riflettori puntati sulla sessione estiva in attesa delle ultime gare stagionali. Arriva lo sfogo social e la rottura totale.

In casa Roma è iniziato il countdown verso la fibrillante sfida di giovedì sera. Allo stadio Olimpico arriveranno gli inglesi del Leicester, in palio l’accesso alla finale della Conference League. Fatiche europee che hanno inciso nell’ultima gara dei giallorossi, la Roma è reduce dal pareggio a reti bianche contro il Bologna ed in lotta per il quinto posto in Serie A. In attesa della sfida elettrizzante contro gli inglesi, c’è un importante aggiornamento di calciomercato che arriva proprio dalla Premier League.

Calciomercato Roma
Josè Mourinho ©LaPresse

Il destino ha voluto che nelle tre semifinali europee disputate negli ultimi quattro anni la Roma abbia sempre trovato una squadra inglese. Mai come ora però la possibilità di accedere all’ultimo atto della competizione è stata così concreta. Giovedì sera, in uno stadio Olimpico gremito ancora una volta, la squadra giallorossa affronterà il Leicester, nella semifinale di ritorno della Conference League. L’1-1 trovato in Inghilterra ha messo in evidenza il valore degli avversari, in casa servirà una prestazione matura per strappare il pass verso la finalissima di Tirana. Ma il campionato inglese torna di stretta attualità anche in vista della sessione estiva di calciomercato, la rottura è confermata dal clamoroso sfogo social delle scorse ore.

Calciomercato Roma, rottura totale e sfogo social

calciomercato Roma
Jesse Lingard ©LaPresse

Fari puntati in casa Manchester United, dove è scoppiato un caso intorno a Jesse Lingard. L’esterno offensivo è in scadenza di contratto e si era fatta avanti l’ipotesi di un ripensamento clamoroso da ambo le parti. Scenario che può considerarsi quanto meno improbabile ora, dopo lo sfogo social del fratello del calciatore. Il fatto scatenante è stato il non impiego di Lingard nella più recente delle gare dei Red Devils, vinta in casa per 3-0 contro il Brentford. La denuncia del fratello del calciatore riguarda il fatto che all’attaccante non sia stato concesso neanche un minuto come vetrina, cosa che è avvenuta per altri calciatori al passo d’addio, leggasi Mata o Matic. Alcuni estratti delle parole riportate in un clamoroso post Instagram, poi cancellato: “20 anni di sangue, sudore e lacrime, 4 trofei, 3 gol in finali di coppa e neanche un addio. (…) Era lì da quando aveva nove anni e non ha potuto neanche salutare i tifosi.”