Wijnaldum alla Roma, c’è la data: quell’aumento decisivo

L’arrivo del calciatore alla Roma in questo calciomercato è stato rimandato ancora a causa di un nodo contrattuale col Psg

Goerginio Wijnaldum è sempre più vicino a diventare un nuovo giocatore della Roma in questa finestra estiva di calciomercato. L’olandese piace molto a José Mourinho e per questo motivo è sceso i campo anche Dan Friedkin per sbloccare la trattativa. Ieri, infatti, il presidente giallorosso è volato a Parigi per incontrare Nasser Al-Khelaifi, patron del Paris Saint-Germain, per sfruttare l’ottimo rapporto creatosi tra i due. In questo modo, Dan ha cercato di fare pressione all’amico per lasciar partire l’ex Liverpool. La trattativa sta andando avanti da settimane, quando il Psg si è guardata intorno e ha proposto ai giallorossi il calciatore.

Calciomercato Roma wijnaldum
Georginio Wijnalodum con la maglia dell’Olanda ©LaPresse

La trattativa non è delle più semplici, ma la sensazione è che più giorni passano e più Gini si avvicina alla Roma. Il nodo più grande della questione è dato dall’ingaggio del giocatore, che la Roma non vuole pagare per intero. Wijnaldum, infatti, percepisce ben 9 milioni di euro netti a stagione, uno stipendio faraonico, ma che nella Capitale non può ricevere. Per questo motivo, Tiago Pinto sta trattando con Luis Campos, uomo mercato dei parigini, per convincerlo ad accettare almeno il pagamento della metà della cifra.

Importanti, poi, sono anche i metodi di acquisto. Fino a qualche giorno fa, il Psg chiedeva un prestito oneroso con obbligo di riscatto, mentre la Roma proponeva un diritto di riscatto per tutelarsi. Il punto di incontro è un diritto che diventa obbligo a determinate condizioni e anche su questo Pinto ha dovuto contrattare. I francesi, infatti, chiedevano delle condizioni facilmente raggiungibili, mentre la Roma no. In ogni caso, sono stati fatti grandi passi avanti nella trattativa.

Calciomercato Roma, nodo da tre milioni per Wijnaldum

Calciomercato Roma winaldum
Georginio Wijnaldum festeggia il gol contro la Macedonia del Nord ©LaPresse

Secondo quanto riporta Il Romanista, infatti, l’accordo è stato trovato, ma c’è ancora un nodo da 3 milioni. INel contratto stipulato tra il classe 1990 e il Paris Saint-Germain, infatti, c’è una clausola che prevede che se il calciatore sia ancora tesserato al 31 luglio allora il club dovrà versare 3 milioni sul suo conto. Non sono pochi e rappresentano ad oggi l’ostacolo più grande della trattativa. Intanto, il giocatore ha deciso di accettare l’offerta della Roma per cui è disposto a ridursi l’ingaggio. Inoltre, dovrebbe arrivare a Roma in prestito oneroso da 8/10 milioni con diritto di riscatto, che diventerà obbligo se i giallorossi dovrebbero arrivare in Champions e grazie al numero di presenze.