Calciomercato Roma, porte chiuse a Pinto: salta l’affare in Premier

Calciomercato Roma, fari puntati sul fronte delle cessioni in casa giallorossa. Porte chiuse per Tiago Pinto, niente assist dalla Premier

Sembra arrivare il semaforo rosso dalla Premier League per Tiago Pinto. Mentre la Roma si gode la prestigiosa vittoria in amichevole contro il Tottenham, il general manager giallorosso lavora senza soste in sede di calciomercato. Dopo il colpo Dybala siamo ai dettagli per la firma di Gini Wijnaldum, altro innesto di livello assoluto per il centrocampo di Josè Mourinho. Lo Special One vede l’asticella tecnica della rosa alzarsi di livello, anche la pista che porta al nome di Andrea Belotti sempre sempre più rovente in casa giallorossa.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto ©LaPresse

Ma il calciomercato estivo non vive di sole entrate, tiene banco anche il fronte cessioni per il dirigente portoghese. Mentre sembra spianata la strada che porta Eldor Shomurodov verso Bologna, con conseguente via libera per la firma di Belotti, un’occasione in Premier League sembra sfumare. Tiago Pinto, dall’arrivo di Mourinho in poi, ha concluso svariate trattative di mercato nel campionato inglese, la spina dorsale della squadra giallorossa è stata prelevata direttamente dalla Premier League. Rui Patricio, Abraham e per ultimo Nemanja Matic rappresentano innesti fortemente voluti dal tecnico portoghese, mentre in uscita può cambiare lo scenario.

Calciomercato Roma, porte chiuse a Pinto: salta l’affare in Premier

calciomercato Roma
Justin Kluivert con la maglia del Nizza ©LaPresse

Se la cessione di Shomurodov sembra cosa fatta continua lo stallo intorno al futuro di Justin Kluivert. L’esterno offensivo olandese è reduce dal prestito al Nizza e, dopo un primo approccio in squadra, è stato nuovamente escluso da Mourinho nel vivo della preparazione estiva. L’ala orange continua ad essere sul mercato, ma una pista in Premier League sembra defilarsi. Come si legge sul sito Fulhamish.co.uk, il Fulham potrebbe mollare senza rimpianti la pista Kluivert. Troppo alta la richiesta economica del cartellino ed un ‘importante copertura nel ruolo sarebbero i motivi determinanti nella prevedibile fumata nera definitiva.