Mourinho è già dimenticato, il grande tradimento prende quota

La nazionale ha messo da parte Mourinho, dopo la decisione di cambiare la guida della squadra in seguito al Mondiale in Qatar

Il Mondiale in Qatar si è concluso già 10 giorni fa e la Serie A si avvicina sempre di più. La competizione della Fifa, nonostante tutte le polemiche che l’hanno avvolta ancor prima del suo inizio, ha lasciato molti verdetti importanti. Il primo è la vittoria della coppa da parte dell’Argentina, che si è laureata migliore squadra del globo in questa edizione.

Mourinho è già dimenticato, il grande tradimento prende quota
Jose Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

La conquista del trofeo da parte di Lionel Messi gli ha permesso di colmare l’unica lacuna personale che aveva nella bacheca dei trofei. Con  la maglia del Barcellona, infatti, la Pulce è riuscita a vincere tutto quello che c’era in palio, compresi sei palloni d’oro. Un passo che lo porta in avanti rispetto all’eterno rivale Cristiano Ronaldo, che non ha vissuto un periodo tranquillo considerando anche la rescissione con il Manchester United.

Un’altra sentenza che il Mondiale in Qatar ha dato è quella che ha visto l’eliminazione prematura di Spagna, Portogallo e Brasile. L’uscita dal torneo da parte delle tre Nazionali è costata l’esonero ai rispettivi allenatori, con le Furie Rosse che si sono affidate al tecnico dell’Under 21. I portoghesi, invece, sono stati a lungo sulle tracce di Mourinho, insieme ai verdeoro. In queste ore però, è arrivato il rifiuto ai lusitani da parte del tecnico giallorosso.

Mourinho ct, il Brasile punta anche Gallardo

Viste le intenzioni dello Special One, anche il Brasile ha cominciato a guardarsi in giro, visto che José non ha intenzione di svolgere un doppio incarico con Roma e una nazionale.

Mourinho è già dimenticato, il grande tradimento prende quota
Marcelo Gallardo, tecnico argentino ex River Plate ©LaPresse

Come riporta L’Equipe, infatti, la Confederacion Brasilenha de Futbol ha messo nel mirino Marcelo Gallardo. Il tecnico argentino ha passato gli ultimi otto anni e mezzo sulla panchina del River Plate riportandolo dove meritava, in alto nel calcio albiceleste. Vista la sua esperienza, il Brasile ha pensato a lui per la guida della Seleçao, nonostante la rivalità con l’Argentina possa rendere più difficile questa trattativa. Una notizia che fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi della Roma, che vedono aumentare i nomi nella lista della Nazionale che vuole Mourinho.