Calciomercato Roma, il sereno dopo il gol: sfuma la firma low-cost

La Roma segue un attaccante autore di una stagione complicata. Pinto studia il colpo ma il calciatore non vuole lasciare il suo attuale club.

La Roma, in estate, proverà a rinforzare la rosa in modo tale da renderla maggiormente competitiva ad alti livelli. Al tempo stesso, però, sarà chiamata a rispettare i paletti economici imposti dalla Uefa nell’ambito del settlement agreement. Ecco perché Tiago Pinto ha messo nel mirino numerosi calciatori molto vicini alla naturale scadenza del contratto che li lega ai rispettivi club.

José Mourinho (Lapresse) – Asromalive.it

Uno di questi, ad esempio, risponde al nome di Roberto Firmino che al termine della stagione lascerà a parametro zero il Liverpool. La dirigenza dei Reds ed il tecnico Jurgen Klopp hanno tentato più volte di convincerlo a restare ma il poco spazio avuto da primo minuto ha spinto il brasiliano a rigettare le proposte ricevute e a voltare pagina. Il Marsiglia, di recente, ha provato ad effettuare il blitz vincente ma il classe 1991 ha messo in stand-by ogni discorso, visti anche le manifestazioni di interesse pervenute dall’Inter e dal Barcellona.

Al direttore generale Pinto piace anche Evan Ndicka, legato all’Eintracht Francoforte fino al 30 giugno. Il divorzio tra le parti è già scritto e andrà in scena in estate. La Roma ha provveduto a sondare il terreno e a breve intensificherà i contatti con il difensore, così da convincerlo ad accettare il trasferimento nella Città Eterna e bruciare la folta concorrenza. Il taccuino del manager, inoltre, contiene pure il nome di Luis Muriel.

Roma, Muriel vuole restare all’Atalanta

Il colombiano, quest’anno, ha vissuto una stagione complicata. L’exploit di Rasmus Hojlund e una sequela di infortuni lo hanno fatto scivolare indietro nelle gerarchie di Gian Piero Gasperini, al punto da alimentare le voci relative ad un possibile addio alla Dea. La punta, però, non ha alcuna intenzione di lasciare l’Atalanta.

Luis Muriel (Lapresse) – Asromalive.it

A confermarlo è stato lui stesso, nel corso di un’intervista concessa ai microfoni de ‘L’Eco di Bergamo’. “Chiuderei la carriera qui. In tanti mi fermano per strada e me lo chiedono: rispondo che lo farei più che volentieri. Bergamo piace a me e a mia moglie e non ho dubbi: potrei rimanere anche a vita”. Ora resta da vedere quale sarà la risposta del club nerazzurro, che dovrà valutare se trattenerlo e pensare magari ad un nuovo prolungamento (è in scadenza nel 2024) oppure cederlo. Pinto intanto, dopo quella su Nico Dominguez, incassa un’altra brutta notizia.

Gestione cookie