Calciomercato Roma, bastano 2 milioni: affondo Pinto

La Roma ha messo nel mirino un attaccante, impegnato in una complicata trattativa per il rinnovo del contratto. L’addio è possibile.

La Roma, in estate, proverà a potenziare la rosa in modo tale da renderla ancora più competitiva ad alto livello. Nel mirino del direttore generale Tiago Pinto, a causa dei paletti imposti dalla Uefa nell’ambito del settlement agreement, sono finiti vari calciatori in scadenza o comunque acquistabili a condizioni di saldo.

Tiago Pinto (Lapresse) – Asromalive.it

Il primo colpo, già piazzato, porta il nome di Houssem Aouar che ha detto “sì” al quinquennale da 2 milioni netti all’anno messo sul piatto dal manager giallorosso. Il quale, adesso, non intende affatto fermarsi. I contatti con l’entourage di Evan Ndicka, ad esempio, sono frequenti. Il francese, che lascerà l’Eintracht Francoforte a parametro zero, si è preso del tempo per riflettere. Pinto è in corsa e a breve proverà a tornare alla carica, in modo tale da bruciare la folta concorrenza formata dal Barcellona e dal Betis Siviglia.

In rosso è segnato pure il nome di Roberto Firmino che, però, percepisce uno stipendio poco sostenibile per le casse dei capitolini. L’alternativa al brasiliano è Alvaro Morata, legato all’Atletico Madrid fino a 2024. Lo spagnolo non rientra nel progetto tecnico che i Colchoneros intendono avviare nel 2023/24 e verrà quindi inserito nella lista dei cedibili: ingaggiarlo, in ogni caso, si preannuncia complicato alla luce del forte interessamento mostrato dal Milan che lo valuta tra i 12 e i 15 milioni.

Roma, Orsolini non rinnova con il Bologna

Per potenziare il reparto offensivo la Roma, al tempo stesso, ha cominciato a seguire Riccardo Orsolini autore di 10 reti e 3 assist in 30 presenze con la maglia del Bologna. Il calciatore e la dirigenza rossoblù sono impegnati nella trattativa per il rinnovo del contratto (in scadenza il 30 giugno) ma la fumata bianca, al momento, appare quanto mai distante.

Riccardo Orsolini (Lapresse) – Asromalive.it

La causa è da ricercare nel fatto che i felsinei hanno proposto al classe 1997 un prolungamento da 1.5 milioni netti. Orsolini, dal canto suo, vorrebbe passare dagli attuali 1.1 milioni a quota 2 milioni. Le interlocuzioni proseguiranno in questi giorni tuttavia, stando a quanto riportato nell’edizione odierna de ‘Il Resto del Carlino’, le possibilità che il divorzio vada in scena in estate sono alte. La Roma, così come l’Inter, segue interessata la vicenda. Pinto riflette. La rivoluzione è alle porte.