Caso tamponi Lazio, c’è la data per l’udienza | Aperto altro fascicolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:55
claudio lotito lazio
@getty images

Nella giornata di oggi è stato reso noto quando il presidente della Lazio Claudio Lotito, dovrà presentarsi presso il Tribunale Federale nazionale, in merito alla vicenda del presunto caso tamponi in casa biancoceleste, del quale ve ne abbiamo parlato in questo articolo. La data nella quale il patron del club si dovrà presentare è quella del prossimo martedì 16 marzo, anche se potrebbe essere spostata di qualche giorno, secondo quanto riportato da ‘Il Tempo’ per motivi logistici, visto che la Lazio il giorno dopo andrà a Monaco di Baviera.

LEGGI ANCHE: Roma, le ultime da Trigoria: l’emergenza non si placa

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, addio in estate | L’agente cerca una destinazione

Caso tamponi Lazio, la situazione

I fatti, per il quale il numero uno biancoceleste era stato deferito e con lui anche il club per responsabilità oggettiva, così come i medici Ivo Pulcini e Fabio Rodia, risalgono allo scorso autunno e in particolare alla presunta mancata comunicazione alle ASL competenti della positività al Coronavirus di diversi tesserati prima delle sfide della fase a gironi di Champions League contro Bruges e Zenit San Pietroburgo, e poi di campionato contro il Torino. La Procura Federale però sarebbe pronta a chiedere 4 punti di penalizzazione per il club biancoceleste.

LEGGI ANCHE: Roma, contro il Braga sarà rivoluzione: la formazione

Aperto altro fascicolo su Inzaghi

simone inzaghi lazio
@getty images

La data del processo sportivo è, come detto, il 16 marzo, tra esattamentre tre settimane, ma intanto è stata aperta un altro fascicolo per una bestemmia formulata dal tecnico della Lazio Simone Inzaghi durante l’ultima partita di campionato, vinta sabato per 1-0 contro la Sampdoria grazie alla rete di Luis Alberto. Al 23′ del secondo tempo di Lazio-Sampdoria l’allenatore, stando a quanto riportato dai due ispettori federali presenti sul terreno di gioco dell’Olimpico, ha pronunciato un’espressione blasfema dopo un intervento che ha stoppato un’azione offensiva dei laziali. Come però nel precedente avvenuto per lo stesso allenatore, però, la Procura federale ha chiuso subito l’indagine, informando le parti (aperto lo stesso fascicolo per Rodrigo Becao dell’Udinese) Probabilmente si andrà anche in questo caso verso un patteggiamento per una multa. Questa sera la società biancoceleste sarà in scena allo Stadio Olimpico per la gara di andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Bayern Monaco.