Roma, cosa succede a Jordan Veretout | La grande involuzione del francese

Arrivato nell’estate del 2019 dalla Fiorentina per 17 milioni di euro più due di bonus, Jordan Veretout, è diventato una grande incognita nel cantiere ormai aperto da anni della Roma.

Con José Mourinho è nato un nuovo progetto, forse l’ennesimo di questa squadra. Va apprezzato lo sforzo dei Friedkin nel prendere lo Special One, che è di un’altra caratura rispetto ai suoi predecessori, ma l’ennesimo smantellamento della rosa, porta poi alla possibile rottura di alcuni equilibri.

Jordan Veretout
Jordan Veretout ©LaPresse

Nel corso di queste sue tre stagioni alla Roma, il francese ha cambiato vari ruoli, ha giocato davanti alla difesa, ha giocato mezzala, trequartista e all’occorrenza anche impiegato da esterno con alcune disposizioni tattiche. E’ sempre stato un giocatore di movimento, non un regista, ma da poco meno di un anno a questa parte per lui i gol sono sì arrivati, ma non c’è più la resa di prima. Non c’è la qualità di prima, e anche la cattiveria che ha sempre contraddistinto Veretout. La sensazione è che sia sicuramente stanco dal punto di vista fisico, ma potrebbe non bastare una stanchezza fisica, soprattutto se sopraggiunge quella mentale.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, Tiago Pinto rivela i dettagli sulla trattativa

Calciomercato Roma, quale sarà il futuro di Veretout?

Alla sua prima stagione nella capitale realizzò 7 reti in 43 presenze sotto la guida di Paulo Fonseca (33 in Serie A, 8 in Europa League e 2 in Coppa Italia), nella seconda, la 2020-2021, fece 11 gol in 38 partite, la sua migliore nella Roma, fino a quella attuale, dove ha aumentato gli assist – ben 6 fin qui – ed è fermo a quota 4 gol. Quest’anno ha iniziato l’anno davvero male, non riuscendo mai ad incidere.

Jordan Veretout
Jordan Veretout ©LaPresse

FUTURO – Insieme a Bryan Cristante è considerato uno dei due pilastri del centrocampo giallorosso, ma attenzione che il verbo essere non possa diventare passato, visto che con l’arrivo di Sergio Oliveira e il possibile arrivo di un nuovo rinforzo davanti la difesa (su tutti il nome di Ndombele) – possa davvero spazzare via una delle poche certezze fino a qualche settimana fa. Lo stesso calciatore è consapevole che può e deve dare molto di più, per tornare ai livelli di prima.