Calciomercato Roma, finalmente Wijnaldum: tutte le cifre

Finalmente la trattativa di calciomercato per portare l’olandese alla Roma sembra essersi sbloccata con il classe 1990 pronto ad arrivare

Georginio Wijnaldum è arrivato davvero a diventare un giocatore della Roma in questa finestra di calciomercato. Dopo l’intesa finale trovata nella notte, l’olandese è pronto ad approdare alla corte di Mourinho che lo ha voluto sin dai primi di luglio. Come anticipato da Asromalive.it, infatti, il giocatore era stato proposto a inizio luglio e da quel momento José ha battuto la pista per portarlo nella Capitale. Le sue qualità sono note a tutti e proprio per questo lo Special One ha deciso di puntare su di lui per creare un centrocampo da sogno. Nemanja Matic sarà il regista della squadra, mentre l’ex Liverpool agirà al suo fianco per dare dinamicità al reparto.

Calciomercato Roma
Georginio Wijnaldum, centrocampista classe 1990 ©LaPresse

La trattativa è durata più del dovuto con i tifosi della Roma che si aspettavano di poter abbracciare l’olandese già da tempo. Il grande fermento, infatti, ha portato in molti a chiedersi quando ci sarebbe stato questo fatidico arrivo del centrocampista del Psg che, secondo Il Romanista, può approdare nella Capitale. Erano già cominciati ad apparire i primi meme che scherzavano sulla questione, un modo unico di alcuni giallorossi per esorcizzare l’ansia. Questa stava piano piano prendendo il posto dell’entusiasmo, ma finalmente tutti possono stare tranquilli perché nella notte Pinto ha trovato l’accordo totale. L’arrivo del classe 1990 è stato rimandato a causa di alcuni problemi legati ai bonus.

Calciomercato Roma, fatta per Wijnaldum: le cifre

Calciomercato Roma
Georginio Wijnaldum con la maglia dell’Olanda ©LaPresse

Georginio Wijnaldum si trasferisce alla Roma in prestito con diritto di riscatto che diventa obbligo al raggiungimento del numero di presenze. Anche la qualificazione in Champions League è una condizione necessaria per far scattare l’obbligo ad una cifra che sembra essere tra i sei e gli otto milioni. Il giocatore ha rifiutato a un bonus da ottocento mila euro che sarebbero stati versati al raggiungimento della prima presenza da 90 minuti. Poi ci sarebbe stato un ulteriore premio da circa 1 milione a cui, però, non voleva rinunciare. Pinto ha lavorato a lungo per superare questo scoglio. La Roma ha sempre messo in chiaro che lo stipendio sarebbe stato come quello di Pellegrini, Abraham e Dybala.