Roma, extra campo: la società chiude tre questioni spinose

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:54

Roma, la società giallorossa ha chiuso tre procedimenti, rimane in bilico solamente quello di Diawara: decide Friedkin.

calciomercato roma
Fienga

Era il 5 luglio, quattro mesi fa, quando la Roma giocò a Napoli: una partita che ha lasciato degli strascichi fino a ieri e che aveva portato all’inibizione di Fienga. Secondo quanto scrive “Il Tempo” il Napoli e il direttore sportivo Giuntoli hanno deciso di patteggiare con la Procura Federale per il procedimento che riguardava gli insulti, conditi da bestemmie, rivolti ai dirigenti giallorossi che erano in panchina.

Nel frattempo è stato anche archiviato il caso che vedeva la Roma indagata per il mancato distanziamento in panchina nella sfida contro la Fiorentina: dopo quella partita non sono emersi nuovi contagi.

LEGGI ANCHERoma, giovani in vetrina: prima di Calafiori altro rinnovo e futuro blindato

LEGGI ANCHERoma-Sassuolo probabili formazioni: ultimi dubbi per Fonseca

Roma, rimane aperto solo in caso Diawara

Roma Diawara
Diawara (Getty Images)

La società giallorossa ha anche deciso di patteggiare – mettendo fine anche a questo – per i tamponi non effettuati all’Olimpico lo scorso 22 giugno, giorno in cui la squadra di Fonseca si è allenata al Foro Italico: chi doveva svolgere i test non venne fatto entrare allo stadio. Si pagherà una piccola multa.

Rimane in ballo solamente il caso relativo a Diawara: quello che ha portato alla sconfitta contro il Verona. La decisione di un eventuale ricorso al Collegio di Garanzia del Coni è in mano a Friedkin. Il massimo esponente della società giallorossa però ancora non ha sciolto le riserve. C’è tempo fino a venerdì per prendere una decisione: appellarsi o chiudere così? La cosa certa è che quel punto in classifica potrebbe rivelarsi decisivo alla fine del campionato.

LEGGI ANCHERoma-Sassuolo streaming: dove vederla in diretta tv e su internet

LEGGI ANCHERoma, Gosens positivo al Covid: potrebbe saltare il match con i giallorossi